Oriental Beauty

Eccomi qua con il primo post dell’anno. Un post su un tè taiwanese, l’Oriental Beauty, gentilmente inviatomi dalla solita carissima amica di tazza Francesca del blog ”Una Stanza Tutta per tè” che di nuovo ringrazio per questo tè di cui lei ha già parlato in questo post.
Come potete immaginare la particolare lavorazione (che prevede tra le altre cose che le foglie siano attaccate da un particolare insetto, la Jacobiasca Formosiana) ed il conseguente aroma che questa conferisce al tè  non poteva non suscitare in me una curiosità dal punto di vista chimico…in poche parole volevo assolutamente sapere il meccanismo bio-chimico che che portava alla formazione del particolare aroma di questo tè e come questo fosse legato al morso degli insetti. Purtroppo però gira e rigira, cerca e ricerca almeno per adesso non sono riuscito a trovare nulla che mi chiarisse del tutto la situazione anche perchè gli studi scientifici su questo tè sono pochini.
Tuttavia questa ricerca un po’ lunghetta mi ha fatto imbattere in altre informazioni su questo tè che ho pensato che magari vi potessero interessare lo stesso cosi ho deciso di metterle ugulamente in questo post  (tra l’altro lo scopo primario di questo blog è sempre quello di essere un contenitore di informazioni sulla nostra bevanda)

Fatta questa premessa passiamo alle informazioni su questo tè dopodiche vi parlo dell’Oriental Beauty che ho provato io.

Come e quando è nato

Come spesso accade con il tè anche l’origine di questo tè è avvolta tra realtà e fantasia. Come scritto in questo articolo la tradizione vuole che questo tè ebbe origine quando un coltivatore di tè di Beipu notò che le foglie delle sue piante di tè erano state attaccate da piccoli insetti verdi che avevano danneggiato le flie del suo raccolto. Il coltivatore però no si perse d’animo e decise di lavorare lo stesso quelle foglie e di venderle ad un mercante locale che apprezzò cosi tanto quel tè che glielo pagò il doppio. Quando fece ritorno al villaggio il coltivatore si vanto della cosa con gli altri abitanti che credendo che lui stesse esagerando chiamarono il suo tè ”Peng Feng Cha” ovvero ”tè dello spaccone”.
Comunque oltre la leggenda si sa con certezza che questo tè ha avuto origine verso la fine del XIX secolo e che si è diffuso grazie ai mercanti niglesi che proprio in quel periodo si erano interessati all’esportazione del tè dall’isola di Formosa che aveva iniziato a produrre tè dalla metà dell’Ottocento.

Donne lavorano il te in un magazzino di Dadaocheng

Donne lavorano il te in un magazzino di Dadaocheng

Lavorazione

La tecnica di produzione di questo tè come  diversa da quella degli altri oolong.
Innanzitutto mentre le foglie sono sulla pianta, come già detto, vengono attaccate dalla Jacobiasca Formosiana e questo di sicuro causa la prodouzione di tutta una serie di composti volatili da parte della pianta che influiscono sull’aroma finale del tè.
Inoltre durante la lavorazione rispetto agli altri oolong l’Orienta Beauty subisce un processo di appassimento (sia al sole che all’ombra) più lungo inotre in modo da raggiungere un grado di ossidazione abbastanza elevato (intorno al 70%) che contribuisce anch’esso alla promozione del partcolare aroma di questo tè.

Schema di produzione dell'Oriental Beauty. Fonte: Chemical profiling and gene expression profiling during the manufacturing process of Taiwan oolong tea "Oriental Beauty". Cho YJ et al. (2007)

Schema di produzione dell’Oriental Beauty.
Fonte: Chemical profiling and gene expression profiling during the manufacturing process of Taiwan oolong tea “Oriental Beauty”. Cho YJ et al. (2007)

Note degustative

Adesso passiamo al tè che ho provato io.
Come già detto all’inizio del post il questo  tè mi è stato donato da Francesca, questa è stata  la prima volta che ho provato l’Oriental beauty e l’ho trovato davvero un tè sorprendente e degno della sua fama.
L’infuso ha un colore molto scuro tendente all’ arancione-rosso, cosa penso dovuta all’ elevata ossidazione di questo tè. L’aroma al naso è composto da fiori e frutta che si bilanciano in modo molto equilibrato cosa che si riflette anche nel sapore di questo tè che presente note floreali e fruttate molto dolci con un pizzico però di malto nel finale (forse anche queste per l’elevata ossidazione?) che mi sono piaciute molto. Stupendo infine il profumo delle foglie dopo l’infusione dove ho potuto avvertire in maniera netta un aroma molto simile a quello del miele.

Foglie dell'Oriental Beauty

Foglie dell’Oriental Beauty

Proposte d’ascolto

Anche stavolta il pezzo lo scelgo un po’ per assonanza di termini e cosi passiamo da Oriental Beauty ad American Beauty 😉

English Version

Here I am with the first post of the year. A post on a Taiwanese tea, Oriental Beauty, kindly sent
to me by the usual dear friend of cup Francesca he author of the blog ”Una stanza tutta per tè” that I again thank for this tea which she has already spoken in this post.

As you can imagine the special processing (which provides among other things that the leaves
are attached to a particular insect, the Jacobiasca Formosiana) and the resulting aroma that this
gives to the tea could not fail to arouse in me a curiosity from a chemical standpoint…in short, I
really wanted to know the bio-chemical mechanism  that led to the formation of the particular
flavor of this tea and how it was related to the bite of insects. Unfortunately until now at least I
could not find anything that clarify the whole situation also because scientific studies on this tea
are little.

However thisbit long  research  made me run into more about this tea so I thought maybe you
could be of interest to the same so I decided to put them too in this post (by the way the
primary purpose of this blog is always to be a repository of information on our drink).

How and when was born

As often it happens with tea also the origin of this tea is a mixture of reality and fantasy. As written in this article according to tradition this tea originated when ”… a tea planter in Beipu noticed that small green insects, later known as cicadas, had damaged the leaves of his newly picked spring crop. Rather than destroying his crop, he decided to process the leaves into tea. He then took his product to a local tea merchant, who liked it well enough to pay him twice the price of his usual tea. When he returned to his village, he boasted to his neighbors about his success. His neighbors believed he was exaggerating and so named his tea, ‘Peng Feng Cha’ [膨風茶], or Braggart’s tea”.
However over the legend we know with certainty that this tea originated in the late nineteenth century and that has spread through the English merchants at that time you were interested export of tea from the island of Formosa who had started producing tea since the mid nineteenth century.

Donne lavorano il te in un magazzino di Dadaocheng

Donne lavorano il te in un magazzino di Dadaocheng

Production process

The production process of this tea as is different from that of the other oolong.
First, while the leaves are on the plant, as already said, they are attacked by Jacobiasca Formosiana and for sure this causes the production of a series of volatile compounds by the plant that affect the final roma of tea.
Also during processing than other oolong the Orient Beauty undergoes a process of withering (to both the sun shade) also longer so as to achieve a degree of oxidation quite high (around 70%) which also contributes the promotion of partcolare aroma of this tea.

Schema di produzione dell'Oriental Beauty. Fonte: Chemical profiling and gene expression profiling during the manufacturing process of Taiwan oolong tea "Oriental Beauty". Cho YJ et al. (2007)

Manufacturing scheme of Oriental Beauty.
Credits: Chemical profiling and gene expression profiling during the manufacturing process of Taiwan oolong tea “Oriental Beauty”. Cho YJ et al. (2007)

Tasting notes

Now here is the tea that I tried it.
As mentioned at the beginning of the post this tea was given to me by Francesca, this was the first time I tried the Oriental Beauty and found it a really  surprising tea and worthy of its reputation.
The infusion has a color  tending towards orangered, what I think due to’ high oxidation of this tea. The aroma in the nose is composed of flowers and fruit  that is reflected in the flavor of this tea that has sweety, floral and fruity notes but with a hint of malt in the final (perhaps even for these high oxidation?) that I like very much. Finally the wonderful scent of the leaves after infusion where I could feel sharply an aroma similar to that of honey.

Leaves of Oriental Beauty

Leaves of Oriental Beauty

Music

Again I choose the song for similarity of terms and so we pass from Oriental Beauty toAmerican Beauty;)

 

Annunci

2 pensieri su “Oriental Beauty

  1. Francesca

    Ciao Domenico, sono molto contenta ti sia piaciuto! Questo che hai provato non e’ l’ ‘autentico’ Oriental Beauty, nel senso che non e’ composto di SOLE foglie ‘pizzicate’, ma sicuramente queste ultime solo state coltivate in quelle condizioni ambientali e climatiche che hanno dato vita all’Oriental Beauty. Forse avrai potuto trovare qualche ‘morso’ d’insetto su qualche foglia, ma sicuramente non in tutte. Diciamo che il ‘vero’ Oriental Beauty e’ introvabile!
    Anche il metodo di lavorazione e’ lo stesso.
    Come hai potuto notare, anche un oolong non ‘autentico’ puo’ essere un ottimo oolong, ma e’ importante tenerlo presente quando si acquista (e non pagare un occhio della fortuna solo per il nome!)
    Grazie per aver condiviso questo interessantissimo articolo.

    Rispondi
    1. Domenico Autore articolo

      Grazie a te per avermi dato la possibilità di provarlo!
      Si infatti anche se non era quello autentico a me è piaciuto moltissimo e condivido in pieno quanto hai detto a proposito dell’acquisto del tè…bisogna sempre essere consapevoli di ciò che si va a comprare e quindi comportarsi di conseguenza 🙂

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...